La bottarga di tonno rosso o bluefin prima scelta è il prodotto tipico per eccellenza preparato a Trapani con un metodo di lavoro molto antico, di circa 3.000 anni fa, conosciuto dai fenici e dalle numerose civiltà che si sono sviluppate lungo le coste del mar Mediterraneo.

Non vi è dubbio che la migliore bottarga di tonno si trovi soltanto in Sicilia e nello specifico a Trapani.

Nella nostra città infatti, la pesca e la lavorazione del tonno fanno parte della tradizione e della cultura culinaria. Ciò viene ampiamente dimostrato dalle diverse tonnare presenti nel territorio trapanese nonché dalla varietà di prodotti ricavati dal tonno.

COME NASCE LA BOTTARGA DI TONNO ROSSO

La bottarga di tonno bluefin si ricava dalle sacche ovariche estratte dal tonno rosso del mediterraneo lavorate a Trapani. Le sacche, trattate con la massima cura ed attenzione al fine di evitarne la rottura, vengono salate e poi pressate con metodi tradizionali presso gli storici stabilimenti trapanesi. Terminata la pressatura, la bottarga viene messa a stagionate in luogo asciutto e areato per poi finire sulle nostre tavole.

La bottarga deriva dal termine arabo buttarikh che significa uova di pesce salate. Volete sapere come scegliere la bottarga giusta? Beh, semplice! La bottarga di tonno rosso di prima scelta deve essere prodotta a Trapani, asciutta e compatta, dal coloro brillante ed un peso intero della bottarga superiore ai 3 kg.

Diego, grazie all’esperienza maturata nel campo, saprà indicarvi il prodotto migliore fornendovi numerosi consigli per la preparazione.

Per saperne di più sulla pesca del tonno rosso, leggi il nostro articolo “La pesca del tonno a Trapani. Orgoglio e tradizione.

COME SI MANGIA IL “CAVIALE DEL MEDITERRANEO”

Come si mangia la bottarga di tonno? La sua consumazione deve avvenire rigorosamente a crudo. Potrete gustarla sui crostini per un semplice e stupefacente antipasto, oppure per preparare i classici e rinomati spaghetti con la bottarga. Per scoprire la nostra ricetta, clicca il seguente link.

Una volta aperta, la bottarga di tonno potrà essere conservata un frigorifero, avvolta in fogli di alluminio/pellicola per preservarne la qualità.

Durante la conservazione la prima fetta del prodotto potrebbero assumere un colore biancastro. Nulla di allarmante! Trattasi di “fuoriuscita” del sale con il quale il prodotto è stato lavorato. Basterà quindi scartare la prima fettina.

Un diverso metodo di conservazione è dato dalla bottarga di tonno riposta all’interno di un barattolo contenente olio d’oliva. Oltre a conservare il prodotto riducendone il forte gusto, avrete così la possibilità di gustare un olio aromatizzato alla bottarga con il quale poter insaporire bruschette o preparare gli spaghetti con la bottarga.

Per avere in tavola una qualità superlativa Il Tipico consiglia sempre l’acquisto della bottarga di tonno rosso intera che si presta a molteplici possibilità di utilizzo.

Un prodotto tipico siciliano di assoluta eccellenza riconosciuta nel mondo intero.

Formato

1 kg, 250 gr, 500 gr